Senza parole….tanta acqua in casa

Pioggia torrenziale e grandine da fine del mondo

a un certo punto mi alzo e vado a vedere se dalla porta posteriore si vede qualcosa.
Mi accorgo che sta entrando un po’ di (tanta) acqua e vado a prendere il tappeto che tengo sotto il lavvabo della cucina…mumble…Guardo meglio e una chiazza enorme di acqua avanza da sotto i mobili della cucina. Vado verso i divani e mi accorgo che ormai il tappeto era zuppo…(non so se dalla foto si vede, ma ci sono quasi 2 cm di acqua per terra)

ma da dove c*** arriva tutta quest’acqua???? e allora la vedo

Vado alla finestra per capire meglio ed ecco cosa vedono i miei occhi e la mia macchinetta fotografica



Ormai tutti i tappeti erano zuppi, cerco di salvare quei 3 scatoloni che soggiornano sotto le scale e li butto sulle scale

Apro la porta posteriore per far scorrere via l’acqua…

Dopo aver raccattato il fidanzato alla sala prove (fortunatamente è a 80 mt da casa) e un’oretta di duro lavoro mi ritrovo con il pavimento quasi asciutto (chi ce la fa ad arrivare sotto il frigo e il mobile tv?) e un mucchio di tappeti bagnati e lenzuoli sporchi usati per asciugare.
Nella vita si deve provare un po’ di tutto, no?

Puoi leggere..

Selenia Accettulli

Mi chiamo Selenia e nella vita sono un’ostetrica colorata, innamorata del rosa, ma solo per le uniche vibrazioni che mi trasmette.Lavoro come libera professionista e

Francesca Romano

Sono un’ostetrica libera professionista e mi occupo di salute pelvica femminile; la mia formazione post-laurea si focalizza soprattutto, ma non solo, sulla rieducazione del pavimento

Eleonora Felisatti

Mi occupo di riabilitazione del pavimento pelvico, supporto e sostegno all’equilibrio mestruale, consulenze preconcezionali, per le affezioni vaginali e per la scelta della coppetta mestruale

Eleonora Guidubaldi

Come Ostetrica, il mio obiettivo è offrire ad ogni donna il supporto e il sostegno necessari affinchè possa compiere un percorso di consapevolezza e conoscenza di sè

Daniela Carlevale

Mi sono laureata in Ostetricia nel 2010 con una tesi sperimentale sul parto in casa maternità. Il mio unico desiderio di allora era stare accanto