E’ giunto il tempo

Oltre al capello bianco un altro fatto si aggiunge ormai all’avanzare inesorabile del tempo…
(si, sembra che io abbia già 80 anni… no, ne ho giusto 30 e quest’anno ne aggiungo 1 accanto al 3)

non posso più rimandare
no
altrimenti qua non mi ci vedete più perchè io non ci vedo più
All’ultimo controllo dall’oculista mi dice “beh, dalle lenti che ho provato l’occhio sinistro avrebbe bisogno di un +0,25 in più ma se al momento non la disturba continui così”
Ho resistito quasi 3 mesi e ora scrivere e leggere son diventati una tortura quindi ora prendo la ricettina del medico e vado a farmi cambiare la lente per avere un +1,5 all’occhio destro e un +1,25 al sinistro.

Che poi l’ipermetropia è bastarda… perchè mica te ne accorgi subito che non ci vedi, solo dopo un bel po’ che hai tutti i muscoli stanchi e quindi è tardi. E pure da lontano quando per vedere meglio stai con la fronte corrugata  che pari un buldog. E vado in giro con due paia di occhiali manco fossi una vecchietta. La cosa buffa è che da bambina desideravo immensamente portare gli occhiali, non so perchè mi faceva cosa da fichi. E ora invece non so che darei per non dover metterli, per non aver quel malore che cresce dietro gli occhi se non li ho messi o se la lente non è quella giusta e se per caso ho dimenticato quelli da lontano ed è buio (e ci vedo, caspita se ci vedo) mi manca un po’ il terreno sotto le gomme o la visuale davanti agli occhi. Ci vedo e bene ma è la sicurezza di vederci senza sforzo. Con gli occhiali raggiungo i 12/14 decimi, senza sforzando i muscoli raggiungo i 10 decimi ma mi devo sforzare,ecco. E’ che sono pigra anche là e non ho voglia di sforzarmi.

Puoi leggere..

Selenia Accettulli

Mi chiamo Selenia e nella vita sono un’ostetrica colorata, innamorata del rosa, ma solo per le uniche vibrazioni che mi trasmette.Lavoro come libera professionista e

Francesca Romano

Sono un’ostetrica libera professionista e mi occupo di salute pelvica femminile; la mia formazione post-laurea si focalizza soprattutto, ma non solo, sulla rieducazione del pavimento

Eleonora Felisatti

Mi occupo di riabilitazione del pavimento pelvico, supporto e sostegno all’equilibrio mestruale, consulenze preconcezionali, per le affezioni vaginali e per la scelta della coppetta mestruale

Eleonora Guidubaldi

Come Ostetrica, il mio obiettivo è offrire ad ogni donna il supporto e il sostegno necessari affinchè possa compiere un percorso di consapevolezza e conoscenza di sè

Daniela Carlevale

Mi sono laureata in Ostetricia nel 2010 con una tesi sperimentale sul parto in casa maternità. Il mio unico desiderio di allora era stare accanto