Condoglianze

Condoglianze
Solo ora analizzando questa parola da vicino e riscattando dalla memoria i 3 anni di greco/latino che ho studiato
vedo che forse è composta da “cum” e “doglie”, in latino sarebbe “doleo” ma doglie si avvicina di più a una cosa che concepisco, le contrazioni
Questa parola mi è sempre sembrata vuota e ora che me la sento dire ancora di più. Avrà tutti i significati di significato o semeiologici se si diceva così, ma sembrano solo lettere una dietro l’altra
Una parola detta con affetto dovrebbe anch’essa avvolgere come un abbraccio, questa è la mia idea. Condoglianze mi sa di un vestito troppo elegante che non si deve sgualcire, quindi non va toccato.
Con le donne uso un semplice e banale “mi dispiace per la tua perdita” e devo dire che oggi le volte che l’ho letto per me ha fatto molto più che tutte quelle condoglianze vestite di nero

Sapevo che sarebbe successo, e dopo una certa età lo aspetti anche.
Quasi 91 anni vissuti tra due continenti
Per chi mi conosce da tempo da che la relazione con la mia nonna non era assai una cosa semplice, il classico rapporto di amore e odio, ma perdere una nonna, perdere l’idea di quella che doveva essere la nonna, quella che comunque finché ero bambina era stata una brava nonna è mi aveva insegnato le tagliatelle e l’uncinetto
Quello che è successo dopo è un’altra storia
Ora sono in viaggio, come sempre

Puoi leggere..

Selenia Accettulli

Mi chiamo Selenia e nella vita sono un’ostetrica colorata, innamorata del rosa, ma solo per le uniche vibrazioni che mi trasmette.Lavoro come libera professionista e

Francesca Romano

Sono un’ostetrica libera professionista e mi occupo di salute pelvica femminile; la mia formazione post-laurea si focalizza soprattutto, ma non solo, sulla rieducazione del pavimento

Eleonora Felisatti

Mi occupo di riabilitazione del pavimento pelvico, supporto e sostegno all’equilibrio mestruale, consulenze preconcezionali, per le affezioni vaginali e per la scelta della coppetta mestruale

Eleonora Guidubaldi

Come Ostetrica, il mio obiettivo è offrire ad ogni donna il supporto e il sostegno necessari affinchè possa compiere un percorso di consapevolezza e conoscenza di sè

Daniela Carlevale

Mi sono laureata in Ostetricia nel 2010 con una tesi sperimentale sul parto in casa maternità. Il mio unico desiderio di allora era stare accanto