Viaggiando…raggiungendo le mamme!

La vita è sempre in movimento ed è così che me la sono immaginata.
Su una bici, un auto o come in questo caso un trenino che si ferma a tutte le fermate.
Una ostetrica che va dalle donne quando serve e per il tempo che serve.
Ieri ho selezionato cercando di prendere il necessario ma nemmeno troppo, quello che poteva essere utile per un corso di accompagnamento alla nascita intensivo di un fine settimana.

Cosa ho messo in valigia?
3 fasce e Gino
Jessica con la sua placenta e il bacino
Due mammelle
Un set di coppette assorbi/raccogli latte che non si sa mai
Libri interessanti
Immagini immagini immagini di quelle che faccio io che son sempre utili
Fogli e pennarelli
E ovviamente un pensierino per la mamma che mi ospita in casa

Per me lo stretto necessario anche se ho dimenticato camicia da notte e occhiali da lettura…. Era naturale che mi dimenticassi qualcosa!

Parto per questa nuova avventura, oggi vedremo la piccola al controllo ecografico e domani forse anche visita al reparto dove la mamma ha deciso che la sua bambina nascerà.
Il mondo gira e cresce e non si ferma, dovremmo tutti seguirlo!

Puoi leggere..

Selenia Accettulli

Mi chiamo Selenia e nella vita sono un’ostetrica colorata, innamorata del rosa, ma solo per le uniche vibrazioni che mi trasmette.Lavoro come libera professionista e

Francesca Romano

Sono un’ostetrica libera professionista e mi occupo di salute pelvica femminile; la mia formazione post-laurea si focalizza soprattutto, ma non solo, sulla rieducazione del pavimento

Eleonora Felisatti

Mi occupo di riabilitazione del pavimento pelvico, supporto e sostegno all’equilibrio mestruale, consulenze preconcezionali, per le affezioni vaginali e per la scelta della coppetta mestruale

Eleonora Guidubaldi

Come Ostetrica, il mio obiettivo è offrire ad ogni donna il supporto e il sostegno necessari affinchè possa compiere un percorso di consapevolezza e conoscenza di sè

Daniela Carlevale

Mi sono laureata in Ostetricia nel 2010 con una tesi sperimentale sul parto in casa maternità. Il mio unico desiderio di allora era stare accanto