Le coppette a Milano per EcoFamiglia

Chi l’avrebbe mai detto che a Milano, all’incontro sulle coppette a EcoFamiglia, avrei avuto ben 4 maschietti ad ascoltare e intervenire all’incotnro sulle coppette?

Io no di certo…

Eravamo là e già che c’eravamo abbiamo chiamato un po’ delle ragazze che avevano gli stand e qualcuna si è aggiunta al gruppo e sorpresa sorpresa si sono aggiunti anche dei maschi!
Ben 4! uno si è seduto in mezzo al cerchio, ha preso una bella etichetta e ci ha scritto su un bel nome simpatico “Barba(ra)” un po’ per prenderci in giro appena iniziato l’incontro. Aveva un bel barbone e per questo ha giocato sul nome barba-ra.
Gli altri 3 uomini se ne son stati sull’uscio, uno seduto su un tavolino e gli altri due in piedi, quasi pronti a scappare se l’argomento diventava delicato.
La domanda che hanno posto che le donne davano sempre per scontata è stata: in cosa funziona di diverso da un assorbente? Si vede che le donne ma anche le più ignare della coppetta hanno comunque le informazioni base che le portano a fare due più due…
I due seduti hanno preso in mano e ben tastato le coppette, osservando i fori tipo da ingegnere chiedendosi del vuoto, ma come fa poi a uscire perchè se la tiri fa ventosa e il pirulo allora a cosa serve e quindi è proprio vero che voi donne siete proprio delle elucubrazioniste mentali.
Hanno proprio partecipato attivamente cercando di portare il loro sapere, le loro esperienze personali per capire come fa una donna in tutto quel marasma di coppette così diverse per forma e morbidezza a scegliere quella giusta per lei senza spendere quei 20/30 euro. La cosa buffa è stata quando son rimasti di stucco al sapere che una donna può spedere anche 4-5 euro per un pacco di assorbenti che non le durano nemmeno una mestruazione e allora hanno ben compreso il lato economico della coppetta rapportato alla durata dei 5-10 anni di questa.
E’ stato anche bello che si parlava normalmente di sangue, mestruazioni, splatter, come toglierla, muscoli vaginali, palline di geisha, muscoli che servono anche per migliorare l’ammore, insomma, tanto tanto bello che mi piacerebbe proprio replicare perchè vengono cose molto belle e credo che se vogliamo migliorare il mondo si debba fare informazione sia da un lato che dall’altro

Ecco alcune foto, le altre le potete trovare qua! grazie a Eleonora che me le ha scattate

Puoi leggere..

Selenia Accettulli

Mi chiamo Selenia e nella vita sono un’ostetrica colorata, innamorata del rosa, ma solo per le uniche vibrazioni che mi trasmette.Lavoro come libera professionista e

Francesca Romano

Sono un’ostetrica libera professionista e mi occupo di salute pelvica femminile; la mia formazione post-laurea si focalizza soprattutto, ma non solo, sulla rieducazione del pavimento

Eleonora Felisatti

Mi occupo di riabilitazione del pavimento pelvico, supporto e sostegno all’equilibrio mestruale, consulenze preconcezionali, per le affezioni vaginali e per la scelta della coppetta mestruale

Eleonora Guidubaldi

Come Ostetrica, il mio obiettivo è offrire ad ogni donna il supporto e il sostegno necessari affinchè possa compiere un percorso di consapevolezza e conoscenza di sè

Daniela Carlevale

Mi sono laureata in Ostetricia nel 2010 con una tesi sperimentale sul parto in casa maternità. Il mio unico desiderio di allora era stare accanto