Daniela Carlevale

Carlevale

Mi sono laureata in Ostetricia nel 2010 con una tesi sperimentale sul parto in casa maternità. Il mio unico desiderio di allora era stare accanto alle donne in gravidanza e nel parto. Con il tempo ho ampliato il mio interesse e il mio ambito di assistenza, giungendo a voler contribuire, fortemente, al miglioramento della qualità di vita delle donne, attraverso la riabilitazione pelvi perineale. In questa ottica, sono in continua formazione sull’argomento.

Amo accompagnare e assistere la gravidanza, il parto, il puerperio e lavorare con neonati e neogenitori per rafforzarne le competenze in un approccio di salutogenesi.
Allo stesso modo, mi appassiona condurre le donne di tutte le età nella riscoperta della propria bellezza e del proprio pavimento pelvico, per preservarne o ritrovarne la salute.

RICEVO A ROMA E FROSINONE:

Roma: via Francesco Pacelli 14, tutte le mattine dal lunedì al venerdì.
Frosinone: via Ferrarelli Vincenzo 81, un venerdì al mese
Contatti: solo email daniela.carlevale@yahoo.it

Corsi di Violeta Benini che ha frequentato:

  • Rieducazione pavimento pelvico base 2019
  • Pavimento pelvico ipertonico -Livello avanzato 2020

Puoi leggere..

Selenia Accettulli

Mi chiamo Selenia e nella vita sono un’ostetrica colorata, innamorata del rosa, ma solo per le uniche vibrazioni che mi trasmette.Lavoro come libera professionista e

Francesca Romano

Sono un’ostetrica libera professionista e mi occupo di salute pelvica femminile; la mia formazione post-laurea si focalizza soprattutto, ma non solo, sulla rieducazione del pavimento

Eleonora Felisatti

Mi occupo di riabilitazione del pavimento pelvico, supporto e sostegno all’equilibrio mestruale, consulenze preconcezionali, per le affezioni vaginali e per la scelta della coppetta mestruale

Eleonora Guidubaldi

Come Ostetrica, il mio obiettivo è offrire ad ogni donna il supporto e il sostegno necessari affinchè possa compiere un percorso di consapevolezza e conoscenza di sè

Daniela Carlevale

Mi sono laureata in Ostetricia nel 2010 con una tesi sperimentale sul parto in casa maternità. Il mio unico desiderio di allora era stare accanto