Un Lomito per tutti

Oggi mi son fatta un Lomito! il lomito è un panino tipico argentino e latinoamericano (anche se da zona a zona può cambiare nome, un altro nome è “chivito”) fatto essenzialmente con il “lomo”, ovvero un taglio di carne che dovrebbe corrispondere al filetto o quella zona là. In argentina il taglio della vacca è diverso da quello italiano ma non conoscendo bene nè l’uno nè l’altro non saprei dirvi. La carne può esser sia vaccina che suina.
Il pane che si usa è vario e penso dipenda dalle disponibilità o dalle abitudini. Spesso in Argentina ho mangiato lomitos fatti con baguette tutta schiacciata e altre volte invece con pagnottelle belle morbide. Dentro spesso ci va un po’ di tutto a guarnire, sempre maionese, pomodoro e insalata e su richiesta uovo e/o pancetta. Poi c’è chi ci mette in più cetriolini, funghetti, cipolline o peperoni sott’olio.
La quantità di aggiunte non sono di solito così misurate come ho fatto per questa ricetta quindi se in qualche ristorante trovate sto panino attenti che sono enormi! Spesso serviti con patatine fritte.

Ingredienti per 1 panino

1 pagnotta bella morbida o un pezzo di baghette o un panino per hamburgher (circa 65 gr) = 175 cal
2 fettine di carne magra e morbida (60 gr) = 70 cal
20 gr di formaggio = 80 cal
1 ovino piccolino = 65 cal
1 cucchiaio maionese = 70 cal — 1 cucchiaio maionese light = 40 cal
1/2 pomodoro = 5 cal
1 foglia insalata = 2 cal
2 gr olio = 18 cal
sale e pepe a piacere
totale calorie con maionese normale 485 calorie!!
Mica male!! considerando che la:

Pasta al pomodoro 449 calorie (per porzione)

spaghetti 80 gr., pomodori 150 gr., olio d’oliva 10 gr., parmigiano 10 gr., basilico, sale, pepe.

Prima di iniziare a cuocere la carne e l’uovo lavo l’insalata, taglio il pomodoro a fette e pure il formaggio. Il pane lo taglio a metà e lo metto a tostare a fuoco basso così che si scaldi ma che resti bello morbido.
Prendo 2 padelle antiaderenti e le metto a scaldare. In una senza aggiungere olio ci cuocio la carne, giusto saltarla che se è un bel taglio morbido e sottile ha bisogno di poco tempo di cottura altrimenti diventa una sola.
Per l’ovino uso 2 gr di olio (lo so che pare fritto…) perchè ho paura di non riuscire a staccarlo per bene per poterlo girare. Io per l’olio uso il mio mitico spruzzino così di olio ce ne va anche meno di 2 gr!!
Rompo l’uovo nella padella calda e faccio cuocere quasi tutto il bianco dopo di che prendo una bella spatola e con cautela giro l’ovino per farlo quocere dall’altro lato. Se necessario faccio un po’ di pressione sopra così viene piatto.

Dopo di che inizio a montare il mio panino!! io nella foto mostro l’ordine che io ho voluto dare alle cose ma il vostro ordine può esser completamente diverso. Potete anche aggiungere altri ingredienti ma attenti alle calorie se siete a dieta!

Ed ecco il panino finito!

Qua si vedono bene tutti gli strati interni.

Inutile dire che è squisito!!

Puoi leggere..

Selenia Accettulli

Mi chiamo Selenia e nella vita sono un’ostetrica colorata, innamorata del rosa, ma solo per le uniche vibrazioni che mi trasmette.Lavoro come libera professionista e

Francesca Romano

Sono un’ostetrica libera professionista e mi occupo di salute pelvica femminile; la mia formazione post-laurea si focalizza soprattutto, ma non solo, sulla rieducazione del pavimento

Eleonora Felisatti

Mi occupo di riabilitazione del pavimento pelvico, supporto e sostegno all’equilibrio mestruale, consulenze preconcezionali, per le affezioni vaginali e per la scelta della coppetta mestruale

Eleonora Guidubaldi

Come Ostetrica, il mio obiettivo è offrire ad ogni donna il supporto e il sostegno necessari affinchè possa compiere un percorso di consapevolezza e conoscenza di sè

Daniela Carlevale

Mi sono laureata in Ostetricia nel 2010 con una tesi sperimentale sul parto in casa maternità. Il mio unico desiderio di allora era stare accanto