Roselline in pasta fillo

Per decorare le torte ulteriormente, mi è venuto in mente di usare la pasta fillo per fare delle roselline


Tagliate una striscia di circa 4 dita e provate ad arrotolarla con l’intento di fare una rosa.





Per il centro della rosa, la prima parte che arrotolate, potete fare un pallino e poi girare intorno il resto della striscia, che può anche restare piegato… Non importa che sembrino poprio rose,magari vi verranno meglio col tempo!

Fate attenzione che la pasta fillo si secca molto velocemente e poi si screpola e si taglia tutta ed è difficile lavorarla….magari mentre lavorate un foglio di pasta il resto lo mettete in frigo.

Appena avete finito di arrotolare la rosa adagiatela sulla carta da forno sulla teglia, state attenti perchè non è che mantiene la forma “rosa” da sola, ma solo appoggiata.




Quando avrete fatto tutte le roselline che vi servono, prendete un ciotolino e metteteci un po’ di miele e latte di soia e mescolateli; prendete un pennello da cucina (ma se ne avete uno diverso ok o un altro medoto va sempre bene) e bagnate le roselline e poi infornatele.





Saranno pronte quando saranno doratine.

Puoi leggere..

Selenia Accettulli

Mi chiamo Selenia e nella vita sono un’ostetrica colorata, innamorata del rosa, ma solo per le uniche vibrazioni che mi trasmette.Lavoro come libera professionista e

Francesca Romano

Sono un’ostetrica libera professionista e mi occupo di salute pelvica femminile; la mia formazione post-laurea si focalizza soprattutto, ma non solo, sulla rieducazione del pavimento

Eleonora Felisatti

Mi occupo di riabilitazione del pavimento pelvico, supporto e sostegno all’equilibrio mestruale, consulenze preconcezionali, per le affezioni vaginali e per la scelta della coppetta mestruale

Eleonora Guidubaldi

Come Ostetrica, il mio obiettivo è offrire ad ogni donna il supporto e il sostegno necessari affinchè possa compiere un percorso di consapevolezza e conoscenza di sè

Daniela Carlevale

Mi sono laureata in Ostetricia nel 2010 con una tesi sperimentale sul parto in casa maternità. Il mio unico desiderio di allora era stare accanto