Pesche ripiene



Per questa ricettina e per le ottime pesche ringrazio Matteo!

Ingredienti:

6 pesche grosse e sode

100 gr di amaretti

Marsala a piacere

5 cucchiai di zucchero circa

cioccolato o cacao a piacere

Per prima cosa Matteo ha aperto le pesche a metà e ha tolto il nocciolo, dopo le ha scavate un po’ le pesche e ha messo la polpa tolta in una ciotola. Nel frattempo metteva le pesche scavate dento una teglia per il forno.





Con il mixer ha tritato gli amaretti e il cioccolato, erano circa 30 gr di cioccolato al latte. In alternativa ci stanno bene anche 3-4 cucchiai di cacao amaro o del cioccolato fondente tritato.



Quini ha aggiunto un po’ di marsala e 2 cucchiai di zucchero e ha iniziato a impastare il tutto con le mani.



Prima di suddividere l’impasto tra le 12 mezze pesche ha assaggiato per vedere se doveva aggiugnere qualcosa come lo zucchero, marsala o altro cioccolato.

Ha versato un mezzo bicchiere di marsala dentro la teglia e circa 3 cucchiai di zucchero così in cottura si forma un buon sughetto, se volete più sughetto basta raddoppiare le dosi! Prima di infornare ha messo sopra ogni pesca un pezzettino di burro





Le pesche son pronte quando la polpa è ben cotta e il ripieno si è un po’ rassodato. Fate raffreddare le pesche e buon appetito!!

Puoi leggere..

Selenia Accettulli

Mi chiamo Selenia e nella vita sono un’ostetrica colorata, innamorata del rosa, ma solo per le uniche vibrazioni che mi trasmette.Lavoro come libera professionista e

Francesca Romano

Sono un’ostetrica libera professionista e mi occupo di salute pelvica femminile; la mia formazione post-laurea si focalizza soprattutto, ma non solo, sulla rieducazione del pavimento

Eleonora Felisatti

Mi occupo di riabilitazione del pavimento pelvico, supporto e sostegno all’equilibrio mestruale, consulenze preconcezionali, per le affezioni vaginali e per la scelta della coppetta mestruale

Eleonora Guidubaldi

Come Ostetrica, il mio obiettivo è offrire ad ogni donna il supporto e il sostegno necessari affinchè possa compiere un percorso di consapevolezza e conoscenza di sè

Daniela Carlevale

Mi sono laureata in Ostetricia nel 2010 con una tesi sperimentale sul parto in casa maternità. Il mio unico desiderio di allora era stare accanto