Il gelato….slurppp!!

Avevo dimenticato di descrivervi il dolcetto della cena!!

allora, ho fatto una crema di cioccolato con circa 200 gr di cacao amaro, 100 gr di cioccolato, un po di zucchero per far il tutto dolciastro, e 400 ml di acqua. Mescolato tutto a freddo, tranne la cioccolata a pezzi che ho aggiunto dopo, e ho cotto per un po a fuoco lento.
Una volta che la cremina si è raffreddata l’ho messa nella gelatiera e come per magia dopo circa mezz’ora avevo pronto il gelato!

Nel frattempo ho fatto una specie di sbrisolona-pastafrolla, con 150 gr farina di grano tenero, 50 gr farina di grano duro, 50 gr farina di mais,150 gr di zucchero,125 gr di margarina (la mia amica è vegan…altrimenti del buon burro!!) e 130 gr di noci tritate. l’ho lavorata per bene e poi l’ho stesa con uno spessore di circa mezzo centimetro e l’ho messa in forno. Una volta doratina l’ho tirata fuori e l’ho tagliata subito a triangolini. Quando si è raffreddata ho separato i triangolini che hanno la funzione di cialde

Poi ho montato la panna (sempre quella vegetale, ma consiglio vivamente quella vera!!).

Per armare il dolce ho preso un piatto piano, ci ho sbobbato 3 palline di gelato, ci ho conficcato il triangolino-cialda e ho guarnito con sblob di panna.
Tocco finale: una grattugiata di cioccolato!!

Puoi leggere..

Selenia Accettulli

Mi chiamo Selenia e nella vita sono un’ostetrica colorata, innamorata del rosa, ma solo per le uniche vibrazioni che mi trasmette.Lavoro come libera professionista e

Francesca Romano

Sono un’ostetrica libera professionista e mi occupo di salute pelvica femminile; la mia formazione post-laurea si focalizza soprattutto, ma non solo, sulla rieducazione del pavimento

Eleonora Felisatti

Mi occupo di riabilitazione del pavimento pelvico, supporto e sostegno all’equilibrio mestruale, consulenze preconcezionali, per le affezioni vaginali e per la scelta della coppetta mestruale

Eleonora Guidubaldi

Come Ostetrica, il mio obiettivo è offrire ad ogni donna il supporto e il sostegno necessari affinchè possa compiere un percorso di consapevolezza e conoscenza di sè

Daniela Carlevale

Mi sono laureata in Ostetricia nel 2010 con una tesi sperimentale sul parto in casa maternità. Il mio unico desiderio di allora era stare accanto