I ravioli!!

L’altro giorno mentre facevo la spesa mi è venuta voglia del raviolo!!
Quindi ho comprato la bietolina, la ricotta, e poi ho preso anche dei pinoli e speck!
Ho fatto sia i ravioli classici ricotta e bietola che con speck,pinoli e funghi.

Ingredienti per ricotta-bietola
3 hg di ricotta meglio se di pecora
3 hg di bietole lessate e poi tritate
50 gr di parmigiano grattugiato
2 uova intere
sale, pepe e noce moscata a piacere

Strizzate per bene le bietole lesse, poi tritalete; mettetele in una ciotola con la ricotta, le uova e il parmigiano e mescolate bene. All’ultimo assaggiate e condite a piacimento

Ingredienti per il raviolo con speck
100 gr di speck
150-200 gr di ricotta
un sacchettino di pinoli
30 gr parmigiano
1 patata media lessa fatta purè
2/3 manciate di funghi secchi porcini

Tagliate lo speck in piccoli pezzettini, soffriggetelo in padella e poco dopo aggiungete i funghi ammorbiditi (basta lasciarli in ammollo in acqua calda). Saltate pure i funghi per cuocerli. Poi tritate il tutto, e in una terrina mescolate tutti gli ingredienti. Aggiustate col sale e pepe il sapore.


I ravioli!!!
La quantità di sfoglia necessaria per fare un solo tipo di questi ravioli,è quella ottenuta con 3 uova e 3-4 cucchiai di latte. Se li volete fare entrambi dovrete fare il doppio di pasta!
Fate la sfoglia, la ricetta è questa.
Prendete la macchinetta per stendere e iniziate a tirarla. Per i ravioli arrivo fino alla penultima misura, l’ultima è troppo fine.
Adagiate la sfoglia su un ripiano di legno un po’ infarinato, tagliate la sfoglia a metà della sua lunghezza maggiore.
Prendete il ripieno, e aiutandovi con un cucchiaino, sistematelo sulla sfoglia a distanza di 2-3 cm una pallina dall’altra (a seconda di quanto grandi li volete i ravioli).

Se non li avete mai fatti potete iniziare con un piccolo pezzo di sfoglia e fare delle prove!!

Poi prendete l’altra metà di sfoglia e adagiatela sopra. Viene bene se la sfoglia aveva la stessa larghezza dall’inizio ala fine.

Ora dovete far appiccicare le due sfoglie,
cercando di lasciare il meno possibile bolle d’aria, che potrebbero rompere il raviolo mentre si cuoce.

Io parto da un capo e via via mi sposto. Cerco di circondare la montagnuzza di ripieno.
Ci sono altre forme per fare i ravioli. Una ad esempio è quella di fare solo una fila di ripieno lungo una estremità per poi rovesciare la sfoglia senza ripieno, come se faceste un orlo.
Se poi trovate una maniera più comoda, beh, fatemelo sapere!!



Una volta che le due sfoglie son bene appiccicate, prendete la rotellina e iniziate a tagliare.
Per farli più bellini è carino ritoccare anche i lati esterni, la sfoglia che ne avanza può essere mischiata alla restante palla di sfoglia.
Questo però è meglio non farlo quando si stanno facendo gli ultimi ravioli, e gli scarti andrebbero altrimenti persi.
Con questo metodo di sicuro la forma dei ravioli non sarà ugualina, ma forse è anche indice di averli fatti con le proprie mani!!
Esistono degli stampini per avere dei ravioli tutti uguali….e anche delle formelle per tagliarli tondi…

Ecco i ravioli pronti!!
E’ meglio metterli tipo su canovaccio sopra un vassoio, se stanno troppo vicini o accavalcati si possono appiccicare.
E’ sempre meglio consumarli presto, altrimenti congelarli -sempre adagiati per bene su un vassoio, che potrete eliminare,mettendo i ravioli in un sacchetto quando saranno ben congelati-.

Come condimento ci sta benissimo il burro e salvia e parmigiano. Per ottenere un ottimo risultato, una volta che son cotti in abbondante acqua, toglierli scolandoli bene con una schiumarola, e adagiarli in una ciotolona, e per ogni strato di ravioli versare un po di burro e parmigiano, in maniera tale che ogni raviolo sia ben condito.

Puoi leggere..

Cosa danneggia il perineo

Cosa danneggia il perineo?

In tantissime/i pensano che il perineo sia danneggiato solo da parto vaginale e menopausa. E invece no… Il pavimento pelvico può avere delle disfunzioni anche

Eventi

Come vivere al meglio la Gravidanza!

  Questa domenica sarò impegnata finalmente nella mia zona, Livorno, per un incontro super figo sul benessere in gravidanza. I professionisti di FisioCare di Studio