Frittata coi fiori di zucca

Da un po’ di tempo a questa parte ho iniziato a comprare la verdura direttamente da un agricoltore che c’è vicino a casa mia. Non so quanto sia “biologico” ma di sicuro è roba fresca dal momento che non hanno mega frigoriferi e la roba va a male presto senza il freddo. La cosa che mi piace di più che è spesso mi regalano qualcosa, come gli asparagi o in questo caso i fiori di zucca!!
Ah, dimenticavo…mi son comprata pure un cocomero, io ne volevo uno intero e la signora ha insistito affinchè lo tagliasse a metà dicendomi “siccome non mi sembra che abbia un bel aspetto, io lo taglio, lei lo assaggia e poi decide se lo vuole ancora!” . Il cocomero era squisito e me lo son presa tutto!


L’idea della frittatina me l’ha data la signora dal momento che non posso mangiarli fritti…

Ingredienti per 2 persone:
– fiori di zucca, quanti ne avete, quanti volete
– 4 uova (io ci ho messo quelle dell’agricoltore,dice siano fresche)
-1 cipolla piccola
-1 goccio di latte, circa 50-100 ml
-15 gr parmigiano grattugiato
-10 gr olio extra vergine oliva
-sale, pepe

Ho tagliato la cipolla a fettine sottili e l’ho messa in padella con metà dell’olio e l’ho rosolata ben bene dopo di chè ho aggiunto i fiori di zucca tagliati a rondelle o fettine che siano e ho fatto rosolare pure quelli. Quando mi è sembrato che iniziasse a attaccare un po’ ho aggiunto un goccino di acqua e quando questa si è asciugata ho aggiunto il latte e ho abbassato un po’ il fuoco fino a che il latte non si è asciugato del tutto. Per me la cottura ideale è stata quando la cipolla era ben cotta ma i cuoricini dei fiori ancora croccantini. Per questo che ho fatto cuocere la cipolla prima da sola!
Una volta che si è cotto l’ho tolto dalla padella e l’ho fatto un po’ raffreddare, ho dato una pulita alla padella affinchè non restassero tracce e la frittata alla fine si cuocesse per bene senza attaccarsi


Ho sbattuto le uova in un recipiente dove alla fine entrassero tutti gli ingredienti, ho aggiunto il sale e pepe a mio piacimento e ho mescolato per bene. Nel frattempo ho messo la padella al fuoco e una volta calda ho aggiunto l’altra metà dell’olio e quando questo si è sparso per bene sulla padella ho aggiunto l’intruglio di uova e fiori. Con una spatolina ho distribuito per bene la parte solida cercando di non toccare il fondo e poi ho messo un bel tappo. All’inizio il fuoco deve essere fortino per creare la crosticina della frittata ma poi il fuoco va abbassato così che mentre il corpo della frittata si cuoce la crosta non si brucia. Per me è cotta quando l’uovo sopra è tutto cotto e non ci sono più le paludine di uovo crudo.


Per girare la frittata mi uso un piatto grande quanto la padella. Una volta che mi sono accertata che la frittata è ben staccata dalla padella, muovendo la padella la frittata si muovicchia in tutti i versi, se non si muove provo con una spatola a trovare la parte che non si stacca e delicatamente la stacco.
Tolgo il tappo e ci metto il piatto, prendo una presina e metto la mano aperta sulla presina e con velocemente giro la padella avendo cura di sorreggere bene il piatto, dopo di chè tolgo via la padella e la rimetto sul fuoco per scaldarla un pochetto se questa procedura fosse stata troppo lunga, poi faccio scivolare la frittata sulla padella. In questa maniera la frittata è stata girata!

Nel video si bede bene tutto il processo

Questa è la frittatina pronta, l’ho accompagnata con una insalata di pomodori e guarnita con foglioline di insalata


p.s.: la cucina è la mia, poverina è tutta sporca…l’audio in sottofondo è la tv e a quanto pare molto sincronizzato, la presina si, si stava bruciando!

Puoi leggere..

Cosa danneggia il perineo

Cosa danneggia il perineo?

In tantissime/i pensano che il perineo sia danneggiato solo da parto vaginale e menopausa. E invece no… Il pavimento pelvico può avere delle disfunzioni anche

Eventi

Come vivere al meglio la Gravidanza!

  Questa domenica sarò impegnata finalmente nella mia zona, Livorno, per un incontro super figo sul benessere in gravidanza. I professionisti di FisioCare di Studio