Farro ai gamberetti

Questo piatto è molto estivo e molto saporito. La prima volta l’ho fatto con il riso integrale e la seconda con il farro.

Ingredienti:
farro o riso integrale per 2 persone (circa 150 gr)
200-250 gr di gamberetti surgelati (io ho trovato quelli già sbucciati, ma potete usare quelli che più vi piacciono)
1ccipollotto o 2-3 scalogni
pomodori secchi, io ce ne ho messi 4-6 interi
olio di oliva extra vergine, sale e pepe
1 pomodoro fresco
basilico fresco

Ho iniziato mettendo a bollire il farro o riso, questi ci mettono un po’ più di tempo del normale riso e la loro cottura dipende dai vostri gusti, più al dente o meno. A me piacciono ben cotti!
In una padella ho saltato lo scalogno tagliato a fettine con dell’olio di oliva extra vergine e quando erano ben rosolati ho aggiunto i gamberetti, dopo pochi minuti i pomodori secchi tritati e il pomodoro fresco a dadini. Ho cotto fino a che non si è formato un sughino buono, ora non ricordo se per arrivare alla giusta cottura del pomodoro avevo o no aggiunto dell’acqua… Alla fine ho aggiustato di sale e pepe. Se il riso è già pronto lo butto dentro il sughino altrimenti spengo il sugo e aspetto.
Ho saltato ancora il sugo con il riso/farro e alla fine prima di servire in tavola ho aggiunto un filo d’olio a crudo e un bel po’ di basilico che gli da quel tocco di freschezza in più.

Puoi leggere..

Selenia Accettulli

Mi chiamo Selenia e nella vita sono un’ostetrica colorata, innamorata del rosa, ma solo per le uniche vibrazioni che mi trasmette.Lavoro come libera professionista e

Francesca Romano

Sono un’ostetrica libera professionista e mi occupo di salute pelvica femminile; la mia formazione post-laurea si focalizza soprattutto, ma non solo, sulla rieducazione del pavimento

Eleonora Felisatti

Mi occupo di riabilitazione del pavimento pelvico, supporto e sostegno all’equilibrio mestruale, consulenze preconcezionali, per le affezioni vaginali e per la scelta della coppetta mestruale

Eleonora Guidubaldi

Come Ostetrica, il mio obiettivo è offrire ad ogni donna il supporto e il sostegno necessari affinchè possa compiere un percorso di consapevolezza e conoscenza di sè

Daniela Carlevale

Mi sono laureata in Ostetricia nel 2010 con una tesi sperimentale sul parto in casa maternità. Il mio unico desiderio di allora era stare accanto