Torta salata vegan

Una tortina salata tutta vegana, senza latticini, uova o carne. Con farine integrali e di segale molto buona e adatta a chi è a dieta



Ingredienti per 4 porzioni
impasto
130 gr di farine tra integrale e segale
20 gr di crusca di avena
20 gr di olio di oliva
un po’ di lievito

ripieno
okara dalla preparazione di 1 lt di latte di soia con 100 gr di soia
tofu preparato con 1 lt di latte da 100 gr di soia
1 cipolla
1 carota
mezzo peperone
spezie
120 gr di acqua
20 gr di farina di ceci
10 gr di fecola di patate

Ho impastato le farine con la crusca, l’acqua e l’olio, ho salato un pochino e poi ho steso in una teglia tonda in silicone.
Ho preso una ciotola dove ho mescolato l’okara, il tofu, e le verdurine saltate in padella. Poi ho aggiunto il liquidazzo che ho fatto con l’acqua, la farina di ceci e la fecola di patate.
Salato e condito a mio piacere, ho versato il tutto dentro la teglia e ho messo a cuocere a 150-180 °C fino a che la crosta e l’impasto non mi son sembrati cotti.
Queste son le verdure che mi sono venute in mente, ovviamente si possono mettere le verdure che più piacciono, come le olive pomodori secchi, melanzane, etc.

Puoi leggere..

Selenia Accettulli

Mi chiamo Selenia e nella vita sono un’ostetrica colorata, innamorata del rosa, ma solo per le uniche vibrazioni che mi trasmette.Lavoro come libera professionista e

Francesca Romano

Sono un’ostetrica libera professionista e mi occupo di salute pelvica femminile; la mia formazione post-laurea si focalizza soprattutto, ma non solo, sulla rieducazione del pavimento

Eleonora Felisatti

Mi occupo di riabilitazione del pavimento pelvico, supporto e sostegno all’equilibrio mestruale, consulenze preconcezionali, per le affezioni vaginali e per la scelta della coppetta mestruale

Eleonora Guidubaldi

Come Ostetrica, il mio obiettivo è offrire ad ogni donna il supporto e il sostegno necessari affinchè possa compiere un percorso di consapevolezza e conoscenza di sè

Daniela Carlevale

Mi sono laureata in Ostetricia nel 2010 con una tesi sperimentale sul parto in casa maternità. Il mio unico desiderio di allora era stare accanto